Laurea Magistrale – Norme attuative

Laurea Magistrale in Scienze Religiose – Norme attuative del Regolamento

[Dal Regolamento]

Art. 132 – I requisiti per il conseguimento della Laurea Magistrale sono:

b)   poter attestare la conoscenza di una seconda lingua straniera (francese, tedesco, inglese, spagnolo, portoghese); tale attestazione avverrà mediante una prova, realizzata dall’ISSR, che permetta di verificare la capacità di leggere e comprendere un testo scritto su temi inerenti al percorso di studi in Scienze Religiose*; 

  • aver composto una tesi scritta da sottoporre a pubblica discussione nella sessione di esame prevista;
  • aver adempiuto alle formalità amministrative previste.

* in una delle date previste nel Calendario scadenze per la Laurea Magistrale

Cosa fare prima dell’esame

  1. A partire dal secondo anno del Biennio, scegliere il relatore della tesi scritta tra i docenti dell’Istituto, compilando il mod.10 – Scelta relatore, scaricandolo dal sito e consegnandolo/inviandolo in Segreteria entro le scadenze previste per ciascuna sessione, in modo da ottenere l’approvazione del Direttore.
  2. La tesi scritta deve essere di lunghezza tra 90.000 e 180.000 caratteri, spazi inclusi, e redatta secondo le norme pubblicate.
  3. Per l’approvazione dell’argomento di Tesi devono essere rispettati i seguenti adempimenti (cfr. art.136):
    1. Compilare il mod.11 – Presentazione schema, scaricabile dal sito, con il quale si presenta uno schema ragionato dell’argomento affrontato, corredato da bibliografia essenziale.
    1. Consegnarlo in Segreteria, controfirmato dal relatore, almeno sei mesi prima dell’esame finale di Laurea Magistrale e comunque entro le scadenze previste per ciascuna sessione
    1. Lo schema viene esaminato da una Commissione che si riunisce entro i quindici giorni successivi alla data di scadenza per la presentazione del modulo.
    1. La Commissione, mediante la Segreteria, comunica allo studente le osservazioni e il nome del Contro relatore; in alcuni casi specifici, potrà valutare l’opportunità di attribuire anche un Secondo relatore.
    1. Prima di iniziare la stesura della tesi è obbligatorio, consultare il Contro relatore.
  4. Il titolo approvato sarà riservato per cinque anni, al termine dei quali potrà essere scelto da un altro candidato.
  5. Un mese prima della consegna definitiva dell’elaborato scritto, e comunque entro le scadenze indicate per ciascuna sessione, il file della tesi, provvisorio ma completo in tutte le sue parti, va caricato nell’apposita piattaforma per il controllo elettronico dell’originalità, attraverso il link presente nel sito. Il relatore potrà dare ulteriori indicazioni prima della stampa definitiva.
  6. Entro le scadenze indicate (almeno un mese prima della sessione di Laurea Magistrale), vanno consegnati:
    1. 3 copie della tesi di Laurea Magistrale in ciascuna delle quali va rilegata una dichiarazione di originalità (file compilabile scaricabile dal sito)
    1. 1 copia stampata dell’Abstract
    1. 1 domanda di iscrizione all’esame di Laurea Magistrale (mod.12), approvata e firmata dal relatore
    1. Tesi scritta (versione definitiva e completa) ed Abstract in formato digitale (pdf), corrispondenti alle versioni stampate.
    1. Dopo la consegna, una volta ricevuta la fattura, pagare le tasse di Laurea Magistrale attraverso la propria PPS.

Discussione di tesi

Art. 142 – La discussione del lavoro scritto è pubblica e avviene alla presenza di una Commissione composta normalmente dal Docente relatore, dal Controrelatore, e dal Presidente di Commissione. La Commissione può essere presieduta dal Preside della Facoltà o da un suo delegato. Il candidato, introdotto dal proprio relatore, ha venti minuti per illustrare i risultati della ricerca collocandoli nell’area di attinenza dell’argomento affrontato; successivamente risponde alle domande della Commissione inerenti alla tesi stessa e all’area tematica di riferimento.